Da CNBC ombre sul presente (e futuro) di tesla

Dopo il recente susseguirsi di rumors, notizie e indiscrezioni varie sula presunta crisi in atto in casa Tesla e sulla sua (in)capacità di far fronte agli ordinativi della Model 3, il Tycoon sudafricano è uscito allo scoperto e ha commentato l’articolo del sito del network statunitense CNBC. Stanto a quanto riportato da quest’ultimo, la situazione in casa Tesla non sarebbe affatto rosea: il quadro tratteggiato è di un sistema produttivo per alcuni versi improvvisato e poco sicuro, e di schiere di operai inesperti, chiamati a tappare falle assemblando manualmente le batterie della Model 3. Secondo CNBC alla Gigafactory dunque non potrebbe che aspettarsi ulteriori sostanziosi ritardi, con buona pace per il popolo delle 400.000 persone che da mesi hanno prenotato la vettura (finita).

La risposta di Musk

L’azienda di Musk da un lato ha risposto in modo deciso alle accuse di una possibile futura “batterygate”, con scenari di batterie mal progettate e che prendono fuoco o esplodono in stile Samsung Note 7. Dalla casa automobilistica ci fanno infatti sapere che chi diffonde questo genere di informazioni non ha la minima conoscenza di come funzionano le batterie e che la sicurezza delle auto e delle componentistiche sono state e sempre saranno una caratteristica irrinunciabile dei prodotti del brand americano.

Dall’altro lato, da Tesla hanno rassicurato che la capacità produttiva della Gigafactory è in netto progresso e consentirà di raggiungere l’obiettivo, originariamente fissato per dicembre 2017, di produrre 5.000 Model 3 / settimana, a partire dal mese di giugno 2018. Si tratta del secondo slittamento di tale obiettivo (naufragata la possibilità di raggiungere quel ritmo per dicembre 2017, fu infatti indicato il mese di marzo 2018 come periodo in cui si sarebbe raggiunta finalmente la soglia delle 5.000 Model 3 prodotte ogni settimana). Inutile dire che questa recente storia di rinvii e ritardi non può che far ritenere l’obiettivo annuo della consegna di 500.000 Model 3 una partita aperta e non così scontata.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome